venerdì 31 ottobre 2008

Into the wild




Dedicato agli amici di Globetrotter!
Il film mi ha molto emozionato:fotografia e colonna sonora sono spettacolari!
Ora mi attende la lettura del libro...


“Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. Non volevo vivere quella che non era una vita, a meno che non fosse assolutamente necessario. Volevo vivere profondamente e succhiare tutto il midollo di essa, vivere da gagliardo spartano, tanto da distruggere tutto ciò che non fosse vita, falciare ampio e raso terra e mettere poi la vita in un angolo, ridotta ai suoi termini più semplici”
H. D. Thoreau – “Walden, ovvero la vita nei boschi”

Walden ha costituito anche un riferimento letterario per il film "Into the Wild" di Sean Penn.
Viene infatti citata la frase,tratta da questo libro: "Non l'amore, non i soldi, non la fede, non la fama, non la giustizia...datemi solo la Verità".

mercoledì 29 ottobre 2008

Terrestri cannibali

Oggi il Living Planet Report 2008 viene lanciato a livello mondiale dal WWF, con la partecipazione della Società Zoologica di Londra e il Global Footprint Network.
Non confortanti le conclusioni della ricerca, secondo la quale i nostri consumi attuali superano di un terzo le risorse esistenti. Di questo passo verso l’anno 2035 potremmo essere costretti ad emigrare su altri pianeti, per poter condurre lo stesso stile di vita.
In una parola stiamo cannibalizzando la Terra...peggioriamo di anno in anno.
Vi starete chiedendo, in quest’ambito come si comporta l’Italia?
Male, malissimo: i nostri consumi si attestano sul quadruplo delle risorse necessarie. Per l’uso dell’acqua siamo addirittura spreconi: il quarto maggior consumatore globale dietro Stati Uniti, Grecia e Malesia!
Vi invito a dare un’occhiata al sito del WWF per maggiore consapevolezza:
http://www.wwf.it
Grazie Globetrotters!

martedì 21 ottobre 2008

Message in a bottle...



"Anche quando credi di cadere in un burrone, c’è sempre qualcuno pronto a prenderti al volo!" J.D. SALINGER "Il giovane Holden"

domenica 19 ottobre 2008

In corsa per l'Oscar...



Chiude in bellezza “Bergamo Scienza, con la conferenza-evento di Oscar Pistorius e del Prof. Hugh Herr del Media Lab del M.I.T. di Boston, introdotti dal giornalista Gianni Merlo, sul tema della tecnologia al servizio dei diversamente abili.
Per Herr il sogno del futuro è eliminare il divario tra le protesi e la parte biologica, ovvero poter donare la sensibilità fisica anche ai non- normodotati.
Sarà interessante sentire la terra sotto ai miei piedi, scherza Pistorius…
La prossima sfida è il “Power Running”, arrivare a far correre questi atleti allo stesso livello, o anche superiore, dei normodotati. Il limite da considerare è che gli ausili robotici del futuro non avvantaggino chi li indossa.
Oggi una protesi passiva sofisticata, in fibra di carbonio e collegata al sistema nervoso del suo ospite, costa circa 25.000 dollari americani e la sua durata è in media di 3-5 anni.
Dunque non fruibile dalla maggior parte dei paralitici e delle vittime di incidenti, di azioni di guerra o di mine anti-uomo.
Gli studi di Herr finora sono stati finanziati dal governo e dalla sezione medica dell’esercito e in parte da aziende del settore.
Ci sono però grandi speranze che la ricerca possa “correre a tempo di record” nei prossimi 20 anni per estendere le applicazioni dagli sportivi alle persone comuni, rendendo le protesi “disponibili a tutti anche dal lato economico”.
Oscar è diventato un ‘icona dei nostri tempi per le sue vicende sportive e personali che tutti conosciamo. Io ho voluto vederlo da vicino per rendermi conto. Ebbene lui è esattamente quello che appare:un giovane ragazzo dal sorriso contagioso, con una invidiabile gioia di vivere e il desiderio di aiutare gli altri.
Parla del suo progetto di allestire un laboratorio su ruote, itinerante, per portare protesi, ad un costo accessibile, al maggior numero di persone, nelle terre africane più colpite come il Mozambico e l’Angola.
Ci svela le sue marachelle di bimbo, il suo rifiuto dell’atletica che lo portava persino a falsificare la firma dei genitori per evitarne le lezioni a vantaggio del rugby, le sue nuove sfide con le ragazze…
Insomma dopo l’Homo erectus abbiamo scoperto anche un Homo ironicus!
Grazie Oscar, per averci aperto gli occhi e per indicarci il cammino: sarà impossibile dimenticare questa giornata…

mercoledì 15 ottobre 2008

Povertà 2.0

Le statistiche parlano chiaro:l’indigenza è un male ancora troppo moderno.
Il 50% delle famiglie più misere detiene solo il 10% della ricchezza globale, mentre è il 10% di quelle più agiate a possederne la metà.
I tempi sono cambiati, le aspettative di vita sono notevolmente allungate eppure, in maniera speculare, incalza il progresso della povertà che sembra inarrestabile.
Fino ad oggi molte “voci” importanti si sono mobilitate sulla scena internazionale per trovare un antidoto efficace e duraturo.
L’attuale crisi economica, che il mondo soffre e subisce, sta ridisegnando la distribuzione delle risorse naturali e accentuando le disuguaglianze in maniera esponenziale.
Nuove forme di povertà e nuovi bisogni ammorbano il pianeta come una pandemia, senza grandi distinzioni tra settentrione e meridione.
Stanno nascendo e crescendo i poveri a tasso variabile...famiglie normali che ormai fanno fatica ad arrivare alla terza settimana del mese.
Allora mi chiedo:quale contributo puoi dare “tu”, piccolo o grande,uomo della Internet-Generation?
Einstein sosteneva che l’immaginazione è più importante del sapere.
Mi sento di condividerlo.
1) Immagina un mondo migliore!
2) Trova applicazioni pratiche nel tuo vivere quotidiano e alla tua portata
3) Diffondi le tue idee nei tuoi networks
4) Difendi il tuo diritto ad essere controcorrente
5) Risveglia il senso critico nascosto in te
6) Confrontati con persone, paesi, metodi e soluzioni diversi
7) Usa il tam tam virtuale come un grande universale S.O.S.
Chi scrive, come te, non ha ricette miracolose ma crede nella potenza della capacità creativa e nell’impegno dei singoli.
Sogna un futuro di economia collaborativa dove siano sovrani pro-attività, innovazione, sviluppo sociale e integrazione culturale.
Qualcuno, non sbagliando, l’ha definita “economia della felicità”.
Nel magma filosofico di intuizioni creative e soluzioni di questi ultimi anni, sento di appoggiarne alcune, tra le più concrete e verificabili:
- Microcredito
- Piattaforme virtuali come incubatori sociali di neo imprese e cooperative
- Commercio equo solidale
- Investimenti sul capitale umano del Parlamento Europeo dei Giovani
- Biotecnologie
- Politiche agricole locali e mirate nei Paesi del Terzo Mondo
- Diritto all’istruzione anche tramite open sources
- Potenziamento di Ricerca e sviluppo (come da Trattato di Lisbona)
Recentemente ho incontrato Monty Jones, vincitore del World Food Prize nel 2004 per aver creato NERICA, un nuovo tipo di riso resistente per l’Africa.
Un sognatore incallito che è riuscito a realizzare il progetto di sfamare, almeno in parte, il proprio paese.



lunedì 13 ottobre 2008

martedì 7 ottobre 2008

Join us:let's make the Difference!


Il 15 Ottobre 2008 unisci le tue forze per dire la tua sulla povertà nel mondo!
Cambia la conversazione, perchè i piccoli passi portano lontano...
Serena fine giornata

Un distretto ecologico


Il X Tuscolano in prima linea nella lotta alla raccolta “indifferenziata”!
La nuova serie della popolare fiction, “Distretto di Polizia”, dimostra un alto senso civico, non perdendo occasione per ricordarci l’impegno a ridurre i nostri rifiuti domestici e a trattarli correttamente.
Un plauso agli sceneggiatori che hanno voluto impegnarsi in questa battaglia sul piano ambientale.
E complimenti a Marco Marzocca, alias Ugo Lombardi, novello paladino delle “forze di pulizia”!

lunedì 6 ottobre 2008

Bergamo Scienza







Alla 6° edizione “Bergamo Scienza” offre, fino al 19 Ottobre, una ampia panoramica di mostre e convegni che spaziano dall’astrofisica alla bio-chimica, dalla matematica alla medicina, dalle tecnologie compatibili all’arte e letteratura.
Nelle intenzioni degli ideatori: allestire nell’agorà “lo spettacolo della scienza” fruibile per tutti, con risposte alle emergenze e alle sfide del nuovo millennio, senza tralasciarne gli aspetti etici e sociali.
Sul palco si alterneranno esperti di fama mondiale a confronto con l’uomo della strada e, soprattutto, con i giovani scienziati di domani, che speriamo seguano molteplici queste orme.
Un messaggio di speranza per un mondo affannato e impazzito, in pericolosa rotta di collisione...
Presidente onorario del comitato scientifico è Rita Levi Montalcini che ha aperto i lavori in streaming.
“Globetrotter“ vi offre alcune immagini live dalle serate introduttive di questo imperdibile evento.
Tra gli ospiti già intervenuti: Marcello Coradini dell’Agenzia Spaziale Europea, il comandante Luciano Garofano dei Ris di Parma, il logico-matematico Piergiorgio Odifreddi, accompagnati dai simpatizzanti di Striscia la Notizia e da alcuni comici di Zelig.

INFO: www.bergamoscienza.it info@bergamoscienza.it tel: 035 - 221 581
Evento in corso : dal 3 al 19 ottobre 2008

venerdì 3 ottobre 2008

Web 2.0: “De avatar dignitate”



Una "Second life" per il museo

Credits: http://www.flickr.com/photos/knoizki/



“Rinascimento Virtuale”, è il titolo della mostra in allestimento al museo di Storia Naturale dell’università di Firenze, dal 21 ottobre 2008 al 7 gennaio 2009.
Unica nel suo genere, si propone di far conoscere dal vivo le espressioni artistiche di 150 creatori d’arte internazionali, già presenti con 1200 opere nel microcosmo digitale di 2ndLIFE e in vari Social media.
Come spiega il curatore, Mario Gerosa, “l'iniziativa, inserita all'interno del Festival della Creatività 2008, si prefigge l'obiettivo di creare un contrasto culturale tra l'etnografia, l'antropologia e le testimonianze creative preistoriche, con le avanguardie artistiche contemporanee che nascono e vivono solo nei Social Media”.
"Per parlare di arte in Second Life bisogna avere uno spirito pionieristico e anche una buona dose di coraggio - dichiara l'ideatore, giornalista e autore di vari libri sui mondi virtuali nonchè fondatore di Synthravels, la prima agenzia di viaggi per tour negli universi sintetici - si tratta di un'arte che non è ancora stata legittimata, che non è entrata ancora nei canali ufficiali della cultura alta".

dal 21 ottobre 2008 al 7 gennaio 2009
Museo di storia naturale - Università di Firenze
Sezione di Antropologia e Etnologia- Palazzo Nonfinito
Via del Proconsolo, 12 – Firenze